CATTOLICI
PENTECOSTE
INGANNO YOGA
seduzione femminile
SODOMIA, SABBA E MORTE
CULTO VEGETARIANI CATTOLICI
ERESIA    VEGETARIANI 2
ERESIA VEGETARIANI 3
ERESIA VEGETARIANI 4
ERESIA VEGETARIANI 5
NO YOGA 1
NO  YOGA 3
NO YOGA 4
NO YOGA IN BREVE
OMOFOBIA
COMANDAMENTI
VIZI CAPITALI
EUCARESTIA
PUDORE
CONFESSIONE
LA COSCIENZA
TENTAZIONI
OCCASIONI DI PECCATO
INGANNO ASTROLOGIA
OMOSESSUALITA'
cristiano non veg
Vanità F Sheen
Virtù nel sacrificio
Le piccole cose
contraccezione
ammonire i peccatori
Donna
agopuntura
BUDDISTA ASSASSINO
"Mentre percorro la strada che conduce verso la torre,  vedo il leviatano che si affretta ad aprire un'altra porta dietro la quale un esercito di invasori, a satana gradito,  si appresta ad  entrare per  dare battaglia alle membra di Cristo e versare, così, il suo  sangue nella città .             
 A scudo degli invasori il mostro massonico pone dei poveri innocenti che l’esercito aveva portato con sé durante il viaggio per giungere a Babilonia e che per i massoni satanisti costituivano dei comodi ostaggi.          
Nel giro di pochi istanti, muratori politici e mediatici mettono alcune delle vittime uccise, violentate o travolte dagli aggressori davanti al corpo mistico di Cristo il quale,  mentre si volta per soccorrere i malcapitati, viene assalito alle spalle dall’esercito.            
Il leviatano, poi, appende altri cadaveri lungo tutta la superficie esterna della torre per oscurare l’opera di edificazione continua della struttura."

Da "Viaggio nel paese di satana e dei suoi massoni".
LINK :BABYLON CITY


Questo estratto  spero renda l'idea su una questione quella dell'immigrazione che non si può basare sulla semplice dicotomia pro-migranti buoni/ anti migranti-razzisti, se da una parte tanti disperati vengono in Occidente per cercare un minimo di benessere ci deve essere qualcuno che evidentemente si sta facendo scudo di povera gente per creare quel  braccio armato che si prefigge di distruggere il cristianesimo nei paesi mediterranei.



 In una visione poi più centrata sull'aspetto identitario , Magdi Allam ci ricorda come qualcuno voleva e sperava in una perdita d'identità delle nazioni per creare dei popoli facilmente manipolabili dalle oligarchie:


Nel 1925 il conte Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi (1894 – 1972), fondatore dell’Unione Paneuropea da cui è nata l’Unione Europea, nel suo libro «Praktischer Idealismus» (Idealismo pratico), scrisse che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale (…) è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere. L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.





Fatto salvo che nessuno vuole la morte dei disperati bisogna essere semplicemente intellettualmente disonesti per non voler vedere che molti atei palesemente anticristiani   sperano  di trovare nell'immigrato terrorista o delinquente il grimaldello con cui distruggere quel nemico che la loro viltà non gli permette di eliminare in prima persona.



Scrive giustamente Rosa Alberoni nel suo libro "La cacciata di Cristo"

"In alcuni di loro, l'avversione a Cristo, al Cristianesimo, alle radici cristiane della civiltà europea, li porta a voler far arrivare in Europa  più immigrati possibile, musulmani, cinesi o di qualsiasi altra credenza, purchè non siano cristiani.
Così pensano di rafforzarsi e potere finalmente imporre ai credenti le loro leggi.
Il livore anticristiano, in alcuni di loro, è così irrefrenabile che arrivano a prendersela con il crocifisso, sostenendo chi vorrebbe eliminarlo dai luoghi pubblici, chi lo getta nella spazzatura, seguendo la celebre massima che i nemici dei miei nemici sono miei amici...."


A questo si aggiunge poi che le nostre infedeltà e offese verso Dio sono tali che ben presto ci troveremo a vivere le maledizioni del Deuteronomio che rappresentano se non il presente l'immediato futuro:

Il forestiero che sarà in mezzo a te si innalzerà sempre più sopra di te e tu scenderai sempre più in basso. Egli presterà a te e tu non presterai a lui; egli sarà in testa e tu in coda. Tutte queste maledizioni verranno su di te, ti perseguiteranno e ti raggiungeranno, finché tu sia distrutto, perché non avrai obbedito alla voce del Signore tuo Dio, osservando i comandi e le leggi che egli ti ha dato. Esse per te e per la tua discendenza saranno sempre un segno e un prodigio.


Poiché non avrai servito il Signore tuo Dio con gioia e di buon cuore in mezzo all'abbondanza di ogni cosa, servirai i tuoi nemici, che il Signore manderà contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudità e alla mancanza di ogni cosa; essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finché ti abbiano distrutto.

Il Signore solleverà contro di te da lontano, dalle estremità della terra, una nazione che si slancia a volo come aquila: una nazione della quale non capirai la lingua, una nazione dall'aspetto feroce, che non avrà riguardo al vecchio né avrà compassione del fanciullo; che mangerà il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finché tu sia distrutto, e non ti lascerà alcun residuo di frumento, di mosto, di olio, dei parti delle tue vacche e dei nati delle tue pecore, finché ti avrà fatto perire. Ti assedierà in tutte le tue città, finché in tutto il tuo paese cadano le mura alte e forti, nelle quali avrai riposto la fiducia. Ti assedierà in tutte le tue città, in tutto il paese che il Signore tuo Dio ti avrà dato. 

Deuteronomio 28   CONTINUA NEL LINK : I FORESTIERI E IL CASTIGO





Se qualcuno ha ancora dei dubbi sul rischio di violenza deve solo riflettere sul fatto che nonostante il pericolo Isis sia alle porte, la politica sull'immigrazione non sta cambiando di una virgola e così sembra che l'Italia stia correndo senza alcun freno verso un precipizio da cui solo un intervento dell'Altissimo ci può salvare tanto più che il pericolo non è solo materiale ma soprattutto spirituale.

D'altra parte  San Giovanni Paolo II,  a proposito dell'immigrazione, si espresse chiaramente dicendo:

“La Chiesa lo riconosce [diritto di emigrare] ad ogni uomo nel duplice aspetto di possibilità di uscire dal proprio Paese e possibilità di entrare in un altro alla ricerca di migliori condizioni di vita. Certo,l’esercizio di tale diritto va regolamentato, perché una sua applicazione indiscriminata arrecherebbe danno e pregiudizio al bene comune delle comunità che accolgono il migrante.” 

Anche perché come dice il Siracide:

Non portare in casa qualsiasi persona,
perché sono molte le insidie del fraudolento.

Guàrdati dal malvagio, poiché egli il male prepara,
che non contamini per sempre anche te.
Ospita un estraneo, ti metterà sottosopra ogni cosa
e ti renderà estraneo ai tuoi.

Siracide 12

Nemmeno si deve pensare quindi, in rapporto al diritto di emigrare e al nostro dovere di accogliere, che questo possa avvenire demolendo la nostra millenaria civiltà, procurando pericoli per l'incolumità dei residenti in Italia e mettendo soprattutto a rischio la Fede dei cristiani che nella Patria del cattolicesimo sembra quantomeno grottesco debbano trovarsi in pericolo sia per ciò che concerne la loro vita sia per ciò che concerne  la loro anima.







Anche perché la massoneria, chiesa di satana sulla terra, sa bene che gli israeliti nell'Antico Testamento, cadevano  più efficacemente stando a contatto con gli idolatri che per effetto delle guerre a cui erano soggetti. 

Una vicenda che vale per tutte è quella tramandataci dai Numeri 25:

Israele si stabilì a Sittim e il popolo cominciò a trescare con le figlie di Moab. Esse invitarono il popolo ai sacrifici offerti ai loro dei; il popolo mangiò e si prostrò davanti ai loro dei. Israele aderì al culto di Baal-Peor e l'ira del Signore si accese contro Israele.



Quindi, detto questo, e fermo restando   il rispetto per la persona, è bene  conoscere  i possibili "effetti collaterali" per la nostra anima dell'accoglienza   degli immigrati delle altre fedi religiose, affinché questa  avvenga senza che quest' ospitalità  cristiana   non diventi per noi il passaporto per l'inferno, perché è bene ricordare che 
"le religioni non so' tutte uguali" e noi dobbiamo non solo conservare la Fede cattolica a tutti i costi ma trasmettere Cristo a tutti. Questo è il compito prioritario della Chiesa.
Anche perché come dice Papa Francesco chi non prega Cristo prega il diavolo e noi non possiamo consentire che musulmani induisti o animisti continuino a pregare satana con il rischio di dannarsi eternamente CONTINUA NEL LINK
IL PERICOLO CHE VIENE DALLA RELIGIONE DEI MGRANTI





Poi si  è liberi di sposare l'idea che la salvezza della propria anima non valga un modello di multiculturalità a tutti i costi ma questi sono punti di vista,
d'altra parte esiste il libero arbitrio.

Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
Site Map